pcr

Green

PLASTICHE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

Ambiente e sostenibilità. Un binomio, questo, che racchiude e sintetizza una delle maggiori sfide della nostra epoca e cattura sempre di più l’attenzione di tutte quelle aziende che annoverano tra i propri obiettivi principali la salvaguardia dell’equilibrio tra la tutela ambientale e lo sviluppo economico, mirando alla ricerca di una maggiore efficienza e responsabilità nell’uso delle risorse.

L’attenzione costante per la sostenibilità è, dunque, più che un fattore di fondamentale importanza all’interno del processo di riduzione dell’impatto ambientale di un prodotto, una vera e propria necessità per la salvaguardia del futuro.

Un’ulteriore opportunità per la salvaguardia dell’ambiente è regolata dalla norma nazionale UNI 10667, che offre l’opportunità di reimpiegare all’interno dello stesso processo produttivo i residui di “pre-consumo”. Sono definiti tali i materiali generati dalla messa a punto del processo, prodotti imperfetti, materozze, sfridi e tagli, scarti per prodotti non conformi.

Vetronaviglio è da sempre attenta a coniugare le esigenze del settore cosmetico con la sostenibilità ambientale, proponendo packaging in materiali attenti a salvaguardare l'equilibrio ambientale.

LA NOSTRA PROPOSTA PER IL PACKAGING ECOLOGICO

 

PLASTICHE DA RICICLO POST-CONSUMO

Oltre al riutilizzo dei residui di "pre-consumo" in produzione, è possibile impiegare anche le plastiche da riciclo post-consumo, cioè derivanti dalla raccolta differenziata di bottiglie e imballi dopo il loro utilizzo. Si tratta delle cosiddette plastiche "post-consumer recycled" (PCR).

Queste garantiscono le stesse caratteristiche fisico-meccaniche e di processabilità delle plastiche tradizionali derivate da fonti sintetiche, coniugandole però ad un basso impatto ambientale. Per questo motivo tutti i flaconi, flacontubi, e accessori prodotti da Vetronaviglio sono disponibili anche in plastiche da riciclo post consumo che presentano eccellenti proprietà chimiche e sono personalizzabili in svariate colorazioni.

I nostri materiali Green

HDPE & PP DA RICICLO POST-CONSUMO

Vetronaviglio produce flaconi e flacontubi anche in PE-PCR, polietilene ad alta densità proveniente da raccolta differenziata, e vasi e accessori (dispenser, capsule, contagocce, coperchi etc) in PP-PCR proveniente anch'esso da raccolta differenziata, riducendo così la quantità di plastica vergine immessa nell'ambiente.

 

R-PET (PET da riciclo post-consumo)

I flaconi in PET (polietilene tereftalato) possono essere realizzati anche in R-PET. Quest'ultmo è PET riciclato dopo il suo utilizzo, ed è quasi indistinguibile dalla plastica vergine, da cui si discosta solo per una leggera differenza di colorazione.

PE DI ORIGINE VEGETALE

Il BIOBASED PE (polietilene vegetale) non è ottenuto dal petrolio, ma dalla fermentazione di materiali vegetali come la canna da zucchero, cresciute assorbendo CO2 dall'aria. Così facendo la produzione di plastiche vegetali può contribuire a ridurre la quantità di CO2 nell'atmosfera.

 

PETG DI ORIGINE VEGETALE

Il PETG (polietilene tereftalato glicole) è un polimero molto simile al PET, da cui si discosta per la presenza di "glicoli”. Vetronaviglio propone un PETG in cui la parte glicole viene ottenuta dalla fermentazione di organismi vegetali, invece di essere estratta dal petrolio.

VETRO PCR (vetro da riciclo post-consumo)

Alla continua ricerca di miglioramento nell’ambito della sostenibilità ambientale, oltre a packaging in plastica da riciclo post-consumo, Vetronaviglio propone ai propri clienti anche packaging in vetro da riciclo post-consumo (PCR). In questo modo contribuisce in maniera attiva a ridurre le emissioni di CO2, il consumo di materie prime e di risorse energetiche, dando origine a prodotti in vetro alla fine della loro vita utile che vengono così recuperati e rifusi in nuovi manufatti.

 
Quali sono i maggiori vantaggi?

A differenza delle plastiche tradizionali, contribuiscono alla riduzione dell’impatto ambientale dei prodotti perché:

Riducono l’utilizzo, e dunque il consumo di risorse fossili;

Contribuiscono alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra e in particolare di CO₂;

Grazie alla loro riciclabilità, offrono un’ulteriore possibilità di smaltimento dei prodotti, consentendo così la diminuzione del volume dei rifiuti.

Valutare l’impatto ambientale di un prodotto e misurare i benefici delle plastiche "eco"

L’impatto ambientale associato ad un prodotto viene misurato attraverso il Life Cycle Assessment (LCA), secondo le norme internazionali della serie ISO 14040. È un approccio innovativo che valuta le interazioni di un prodotto con l’ambiente in tutte le fasi del suo ciclo di vita, descrivendone le prestazioni energetiche e ambientali, dalla selezione delle materie prime fino al suo smaltimento finale. Le analisi dimostrano le ottime prestazioni che le tali plastiche permettono di ottenere relativamente a emissioni di gas serra e a risparmio di risorse fossili.

Per questa serie di motivazioni, Vetronaviglio ha deciso di adottare l’utilizzo di queste plastiche all’interno del processo di realizzazione dei propri prodotti, con l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione della sostenibilità ambientale e consolidare l’eco-progettazione. Poiché è doveroso prestare attenzione alle conseguenze che la produzione genera sull’ambiente, l’Azienda sta lavorando per ottenere nel 2019 la certificazione ISO 14001, che attesta il rispetto della norma di riferimento, stabilendo un sistema di gestione aziendale finalizzato alla riduzione dell’impatto dei propri prodotti sull’ambiente in cui si opera.

SCEGLI IL PACKAGING ECOSOSTENIBILE PIU’ ADATTO A TE!

Flaconi in plastica

Flaconi in plastica

Scopri

Flaconi in PET

Flaconi in PET

Scopri

Flaconi SNAP-ON

Flaconi SNAP-ON

Scopri

Flaconi FOAMER

Flaconi FOAMER

Scopri

Flacontubi in plastica

Flacontubi in plastica

Scopri